E’ davvero il momento sbagliato per decidere di vendere Casa ?

Caro lettore,

Oggi mi rivolgo a tutte quelle persone che dovendo affrontare la vendita del proprio immobile temono che non sia il momento opportuno per vendere, ma è davvero così ?

Innanzitutto bisogna affrontare l’argomento da un punto assolutamente imparziale, quindi bisogna aprire lo sguardo su un panorama più ampio:

  • Andamento del numero di compravendite
  • Variazione dei prezzi
  • Mutui
  • Reddito delle famiglie

Andamento del numero di compravendite:

Come possiamo osservare dal grafico, il numero di unità abitative oggetto di compravendite ha subito ampie variazioni con cicli periodici da 5 a 10 anni con picco massimo nel 2006. Dal 2007 al 2013 possiamo osservare una vera e propria caduta del numero di compravendite con il dato peggiore mai registrato dall’ 85′ ad oggi.

Per vedere una ripresa del mercato abbiamo atteso sino al 2014, anno nel quale le compravendite hanno ricominciato ad aumentare. Il trend positivo continua sino ad oggi.

Variazione dei prezzi:

L’aumento del numero delle compravendite implica un aumento dei prezzi ?

Purtroppo l’aumento delle compravendite non sempre coincide con un aumento dei prezzi. Nel nostro caso, come si può chiaramente osservare dal grafico, l’aumento delle compravendite è dovuto ad una flessione dei prezzi osservabile in modo più marcato dal 2011 al 2015 . Dal 2016 ad oggi il trend è comunque in leggera diminuzione  -0.7 % .

I dati evidenziano picchi di caduta del mercato anche del 25 % . Possiamo osservare che il numero delle compravendite è aumentato in corrispondenza del calo dei prezzi e questo ha permesso un incontro tra domanda e offerta, con un ritorno all’acquisto di tutti quegli acquirenti che avevano congelato l’idea di acquistare casa a causa dei prezzi troppo alti.

Mutui:

Qual’è la tipologia di casa più richiesta ?

 

Come possiamo osservare dal grafico, la tipologia di abitazione più richiesta rimane sempre quella media (Trilocale), a seguire abbiamo la medio piccola ( Bilocale ) , poi la grande ( quadrilocale, attici, ville ) e in ultima posizione la piccola ( monolocale ).

Essendo la tipologia media la più compravenduta possiamo facilmente capire quanto sia importante il ruolo delle banche nella ripresa del mercato immobiliare, infatti nel secondo grafico è osservabile quanto sia conveniente oggi accendere un mutuo.

Reddito delle famiglie:

Infine analizziamo il dato più importante per la ripresa del mercato immobiliare: il reddito delle famiglie. E’ osservabile dal grafico come il periodo di maggiore crisi del mercato immobiliare sia stato caratterizzato anche da un crollo del reddito disponibile; questo dato ritorna ad essere positivo dal 2014 anche se in modo ancora troppo lieve per poter secondo il mio parere parlare di ripresa.

 

Spero che troverete il mio articolo utile.

A presto,

Luca Zinellu

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *